GLI SPIRITI

L’unità vivente è formata da tre elementi:

CORPO = rivestimento materiale che si lascia dopo la morte

PERISPIRITO = rivestimento di fluido che permane dopo la morte e per sempre e che segue l’anima evolvendosi con essa

ANIMA = principio intelligente ed informatore, fuoco interiore dell’essenza dell’essere.

Lo spirito nel momento della morte esce dal corpo come una spada dal fodero e riacquista la sua libertà; ma timido non sempre osa servirsene e rimane legato dalla paura e dall’abitudine ai luoghi in cui visse e continua a soffrire e piangere con quelli che divisero la sua vita.

Gli spiriti si suddividono in benigni e malvagi.

Le entità benigne ci vengono incontro per poterci guidare ed assistere giornalmente, ci aiutano a essere ben disposti verso noi stessi e verso il prossimo. Vi sentire protetti, sicuri, molto attivi e vorrete migliorare e far migliorare gli altri.

La maggior parte degli spiriti però purtroppo sono malvagi e sono dotati di minore leggerezza. Sono spiriti che vengono attratti da un circuito energetico negativo e lottano uno contro l’altro. Vince il peggiore e il più malvagio. Questo spirito mentirà, vi trarrà in inganno facendovi credere quello che non è, vi spingerà a prendere decisioni amorali nella vostra vita o vi spingerà al suicidio.

Il contatto con gli spiriti avviene in momenti particolarmente difficili della propria vita e sono loro a decidere di farsi vedere o sentire oppure grazie a sedute spiritiche. Una volta stabilito il contatto è fondamentale comprendere se è uno spirito benigno o malvagio. Se è malvagio è necessario mandarlo assolutamente indietro da dove è venuta con un forte atto di volontà e con la fede.

Per comprendere che tipo di spirito è diviene necessario porre domande: Chi sei? Come ti chiami? Qual è lo scopo della tua venuta? Quando si riceverà risposta cercare di documentarsi se effettivamente nel mondo terreno quello spirito era la persona che dice di essere. Documentarsi e provare a comprendere perché gli spiriti malvagi mentono anche sulla propria identità.

Sofia Ayla

Commenti

Post più popolari